As'taris

“Vorrei trasformarmi in un piccione” -As’taris su tutto
“Bhe è semplice, entriamo, uccidiamo le donne, stupriamo gli uomini e diamo fuoco ai bambini” -As’taris sulla diplomazia

Una mezzelfa, Prescelta di Ouroboro, As’taris si è dimostrata all’inizio come una ragazza schiva ed insicura, per poi diventare un’assassina senza scrupoli in circa un mesetto.
Una dei pochi eventi che l’hanno toccata è stato la morte del suo amato lupo (il morir e la successiva reincarnazione invece le hanno fatto l’effetto di un thè con pasticcini), la quale ha acuito le sue tendenze omicide.
Forse per scarsa mira, forse per gusto, gli incantesimi di As’taris sembrano essere costante fonte di incendi e distruzione.
Nonostante queste tendenze sociopatiche, è una persona molto sincera e diretta.
Fu la prima d opporsi al demone che aveva posseduto Axoras per impedirgli di uccidere Kane, ed ebbe anche la forza d’animo di opporsi ad un demone che l’aveva posseduta.
Sembra esser l’unica persona del gruppo a fidarsi del Bardo, e probabilmente ha un affinità di carattere con Veigar Greymantle
L’ordalia la rafforzò molto, permettendole di superare le sue incertezze e di sconfiggere l’entità maligna che la possedeva, oltre che di riuscir a richiamar lo spirito del suo compagno animale come guardiano totemico al suo fianco.
Negli anni seguenti la giovane ragazza ha riconsiderato la sua filosofia di vita, entrando al servizio di Eldath, e diventando capo di un piccolo circolo druidico.
In seguito ad una visione profetica si è rimessa in viaggio, in cerca di un misterioso “Jack”.
Ha un rapporto amichevole con uno dei suoi più recenti compagni di (dis)avventure, Exeris

As'taris

Fragments of Kaos FrancescoRambageMorricone