Drak'gul

“gli dò un accettata” -Drak’gul su tutto
“QUEST’OGGETTO É BLASFEMO!!!!!!” -Drak’gul su qualsiasi cosa

Fanatico Inquisitore di Pelor, Drak’gul si unì al gruppo dopo la battaglia di Tradem, ed affrontarono l’ordalia della Torre assieme.
Estremamente impulsivo, Drak’gul ha spesso cacciato il gruppo in situazioni pericolose, specialmente quelle volte in cui erano coinvolte forze maligne.
Combatte utilizzando un possente spadone in combinazione con varii incantesimi divini.
Sospettoso fino al parossismo, uccise Kane e cacciò Kite credendo (anche se poi gli fu confermato) che stessero utilizzando un oggetto maligno.
Ebbe inoltre un’accesa discussione con As’taris dopo che essa riuscì a sconfiggere il suo demone interiore, ri-manifestando il suo deceduto compagno animale come creatura spettrale.
Fu sfigurato da un incantesimo nel quinto piano della Torre, e tutt’oggi la sua faccia è deturpata da ustioni in supporazione.
Uscito dalla torre, Drak’gul cadde preda della follia indotta da un orrore emerso dai mari, che estirpò lo stesso concetto di “divinità” dalla sua mente.
Riacquistò la fede nel suo dio dopo un esperienza di pre-morte indotta involontariamente da Alia, dopo averlo gettato in pasto ad un orda di morti viventi.
In ciò Drak’gul trovò una rivelazione: egli non era che l’ultimo di una serie di “incarnazioni” della stessa anima, originariamente chiamata Mael, dedita al servizio di Pelor, e con l’unico obiettivo di eliminare permanentemente Alia dal Creato.
Forte di questa nuova rivelazione e della conoscenza intrinseca di decine di vite, Drak’gul/Mael si è messo sulle tracce di Alia, inseguendola nel corso di questi 5 anni.

Drak'gul

Fragments of Kaos FrancescoRambageMorricone